Rasun Anterselva - Bolzano
VAI ALL'HOTEL
Campo Tures - Bolzano
VAI ALL'HOTEL
Bellamonte - Trento
VAI ALL'HOTEL
Torre a Mare - Bari
VAI ALL'HOTEL
Marebbe - Bolzano
VAI ALL'HOTEL
Logo Area Roma
Logo Italica
Icon Flag
Icon Contact
Contatti
Icon Offers
Offerte
Icona Meteo
Meteo
21 ottobre cielo sereno 18.93 °C
22 ottobre pioggia moderata 16.01 °C
23 ottobre pioggia leggera 13.77 °C
Ita Eng Deu
Prenota Online
Arrivo
21-10-2017
Partenza
22-10-2017

Collegati per aver accesso ad offerte esclusive e sconti da urlo!

Facebook
News | Senza categoria | 18/9/2017
Cosa si nasconde sotto il suolo di Roma.

Cosa si nasconde sotto il suolo di Roma.

Roma è una città che lascia a bocca aperta per la sua magnificenza.  Se si chiudono gli occhi, è possibile vedere lo scorrere della storia tra le piazze e le vie. Non tutti sanno però che esiste una Roma sotterranea.

Si tratta di luoghi nascosti alla luce del sole, lontani dai rumori delle strade, lontano dal calpestio frenetico dei turisti. Essi rappresentano un vero e proprio tesoro artistico nascosto che merita di essere scoperto e visitato.

Ecco per voi una breve lista di alcuni luoghi dì interesse.

DOMUS AUREA

Domus_aurea_06

Fu la Residenza di Nerone, consiste in un complesso molto grande che comprendeva vigneti, boschi, un lago artificiale e immensi tesori. Quando morì, i suoi successori cercarono di cancellare qualsiasi cosa lo ricordasse, tra cui il palazzo stesso. I saloni vennero privati di ogni lusso  e riempiti di terra fino a coprirlo completamente. Come ulteriore elemento di copertura vennero costruite sopra le grandi terme di Tito e di Traiano e nella valle limitrofa venne costruito il Colosseo.

Oggi la Domus Aurea è stata gradualmente riportata alla luce grazie ad un’importante opera di restauro. E’ possibile visitarla con dei tour guidati che si svolgono nelle giornate di sabato e domenica, sono a numero chiuso con prenotazione obbligatoria. (INFO www.coopculture.it)

 

DOMUS ROMANE DI PALAZZO VALENTINI

Palazzo Valentini, sede della Provincia di Roma dal 1873, fu edificato a partire dal 1585 dal Cardinale Michele Bonelli, nipote di Papa Pio V. Nel susseguirsi dei periodi storici è stato dimora di nobili e cardinali. Nel 1827 il banchiere e console generale prussiano Vincenzo Valentini acquistò il palazzo, vi stabilì la propria dimora e diede ad esso il suo nome.

Un’opera di recupero delle aree sottostanti il Palazzo portò alla luce un tesoro nascosto di estrema importanza storica e artistica. Dal 2010 è possibile visitare questa sede archeologica. Attraverso una ricostruzione virtuale vi sembrerà di rivivere momenti di vita quotidiana dell’epoca in cui risale la Villa, in un percorso che vi condurrà alla scoperta di come vivevano le famiglie patrizie. (INFO www.palazzovalentini.it)

Le catacombe di san CALLISTO

Le Catacombe di San Callisto sono il cimitero più antico e meglio conservato della Via Appia. Temporalmente risalgono alla metà del secondo secolo e sono considerate tra le più grandi e importanti di Roma.

In queste catacombe hanno trovato il loro sonno eterno martiri, cristiani e tra questi spiccano 16 pontefici.  Sono presenti anche delle vere e proprie tombe familiari chiamate cubicoli, che spiccano per la bellezza degli affreschi con cui sono state decorate. Questi ultimi databili intorno al  III sec, raffigurano momenti dei sacramenti dell’Eucarestia o del Battesimo. (INFO www.catacombe.roma.it)

 

MITREO DI SAN CLEMENTE

Mithreum_San_Clemente
Al di sotto della basilica di San Clemente, nella valle tra i colli Celio ed Esquilino, si trovano diverse strutture risalenti all’epoca romana. Quelle mantenute più integre riguardano due edifici. Il primo è costituito da una grande casa di almeno due piani costruita tra la fine del I e l’inizio del II secolo d.C.  Successivamente, tra la fine del II e l’inizio del III secolo, l’ambiente centrale di questa casa fu trasformato in mitreo. Il mitreo era il centro del culto ed il luogo di incontro dei seguaci del Mitraismo, ovvero un’antica religione ellenica.

Ai lati della sala furono posti due banconi che servivano come seduta per i fedeli.  In fondo invece in una nicchia vi é l’ara del culto dove è raffigurato Mithra che uccide il toro e ai lati i suoi assistenti portatori di fiaccola, Cautes e Cautopates. Successivamente da luogo di culto l’area venne utilizzata per altri scopi, forse a magazzino. Poi verso la metà del III secolo il primo piano dell’edificio fu demolito e sostituito con una nuova costruzione da identificare con il Titulus di Clemente di cui parlano le fonti, sede della prima comunità cristiana della zona. Nel corso del IV secolo questo edificio fu in parte demolito per costruirvi la chiesa paleocristiana tuttora visibile al di sotto di quella attuale. (INFO www.basilicasanclemente.com)

VILLA ADA: IL BUNKER DEI SAVOIA

 

Avvicinandoci ai giorni nostri, citiamo il  bunker dei Savoia, rifugio antiaereo immerso nella fitta vegetazione del grande parco di Villa Ada, è visitabile previa prenotazione obbligatoria.

Le visite si svolgono nelle giornate di sabato, domenica e in alcuni giorni festivi secondo un calendario di volta in volta pubblicato sul sito www.bunkervillaada.it. 

BUNKER DI VILLA TORLONIA

Roma,_Villa_Torlonia_-_vecchie_scuderie_1

Villa Torlonia tra il 1929 e il 1943 è stata la residenza privata di Benito Mussolini e della sua famiglia; la struttura blindata del bunker fu scavata ad una profondità di 6 metri e mezzo sotto il piazzale antistante il Casino Nobile.

Il bunker, la cui costruzione iniziò a fine 1942, rimase incompiuto poiché quando Mussolini fu destituito e arrestato (il 25 luglio del 1943) i lavori di rifinitura non erano terminati. La visita al bunker e ai rifugi antiaerei di Villa Torlonia è possibile solo con accompagnamento delle guide, su prenotazione e per un massimo di 15 persone per volta. INFO: www.sotterraneidiroma.it